Il monito di Mattarella contro l’abusivismo. Basta con la cementificazione indiscriminata

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

“La strada non è quella della ulteriore cementificazione degli ambiti naturali”, basta dunque con “l’indiscriminato consumo dei suoli”. Sono parole di Sergio Mattarella alla cerimonia per il 50′ anniversario dell’alluvione nel Biellese.

“Abbandono e incuria del territorio non possono farla da padroni e aggravare, cosi’, le conseguenze di eventi calamitosi sempre piu’ frequenti” ha detto il presidente della Repubblica. “Emerge, in tutto il suo rilievo, il tema delle aree interne, rurali e di montagna, verso le quali si deve ritrovare una attenzione adeguata da parte dei pubblici poteri. La vulnerabilita’ del nostro Paese e’ nota: oltre il 15% della superficie e’ classificata ad elevato rischio idro-geologico. Gli stati di emergenza si succedono, con danni valutabili, solo per gli ultimi anni, ad almeno 10 miliardi di euro. Undici regioni hanno invocato la dichiarazione dello stato di emergenza dal governo in queste settimane. Il milione e mezzo di metri cubi stimato di alberi abbattuti in questi giorni dagli uragani nel nostro Nord-Est, e che oggi intasano corsi d’acqua mettendo a rischio dighe e sbarramenti, suona come l’ennesimo avvertimento. Opere di contenimento e regimentazione, se non suffragate dall’apprendimento delle precedenti esperienze, talvolta ottengono risultati opposti a quelli prefissati, creando condizioni per futuri disastri, violando equilibri naturali”.

L’articolo Il monito di Mattarella contro l’abusivismo. Basta con la cementificazione indiscriminata proviene da FarodiRoma.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine