Sebastian Vettel, GP Brasile F1 2018: “Peccato per il secondo posto, domani punteremo su una strategia diversa dagli altri”

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine

Mastica amaro Sebastian Vettel dopo il secondo posto nelle qualifiche del Gran Premio del Brasile 2018 di Formula Uno. il tedesco conclude a 93 millesimi dalla pole position di Lewis Hamilton con la consapevolezza che era solamente questione di centimetri tra i due rivali per quanto visto oggi. Eravamo davvero molto vicini – conferma il quattro volte campione del mondo nel corso delle interviste di rito post-qualifiche, oggi condotte da Paul Di Resta – Nel primo tentativo avevo completato un buon giro, ma ho leggermente bloccato in ingresso di curva 8. Nel secondo, invece, ho tentato il tutto per tutto e forse ho esagerato leggermente. Peccato, eravamo davvero divisi da pochi millesimi”.

Il sorriso di Vettel scompare per essere stato richiamato dagli steward per quanto successo nella pit-lane nel corso della Q2. La sua spiegazione non fa una grinza. “La situazione meteo era variabile, ero rientrato per montare le gomme Soft, ma sono stato fermato per i controlli di routine. Partendo dal presupposto che in quelle condizioni non dovrebbero nemmeno fermarci, perchè potrebbero incidere sulle qualifiche, non ha alcun senso il richiamo. Meglio che mi fermi qui con i commenti…”.

Domani in gara tutto sarà deciso dalle gomme, anche secondo il tedesco. Abbiamo deciso l’azzardo delle gomme Soft per sorprendere gli avversari e per puntare su una strategia differente. Vedremo domani se avremo fatto la scelta giusta, di sicuro la vettura va bene e punteremo alla vittoria”. 

 

CLICCA QUI PER TUTTE LE NEWS SULLA FORMULA UNO





alessandro.passanti@oasport.it

Twitter: @AlePasso

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti e Agevolazioni

Mia Immagine