Cina, Olanda e Germania: dove compra l’Italia palline e addobbi di Natale

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti, agevolazioni, annunci e post gratutiti

Mia Immagine

Foto: Pixabay
Foto: Pixabay

Esportazioni per 19 milioni di dollari, importazioni per 154 milioni. È tutta qui la magica atmosfera del Natale. O meglio, il mercato delle decorazioni natalizie può essere riassunto in queste due cifre. Numeri che riguardano l’Italia e fanno riferimento al 2017. Arrivano da Un Comtrade, database dedicato al commercio internazionale curato dalle Nazioni unite.

Volendolo raccontare con lo spirito del Grinch, insomma, il Natale è anche una questione economica. E l’aspetto legato ad alberi, addobbi e luminare che stanno per comparire in molte case è certamente marginale rispetto alla spesa per regali e cenoni vari. Ma è anche quello quantificabile con maggiore certezza. A meno che, certo, qualcuno non acquisti i festoni natalizi per esporli a Ferragosto.

I dati Comtrade dicono innanzitutto che lo scorso anno l’Italia ha registrato una bilancia commerciale negativa. Nel senso che le importazioni sono state di gran lunga superiori alle esportazioni. Il primo fornitore è la Cina, con oltre 124 milioni di dollari di decorazioni natalizie vendute nel nostro Paese. La situazione è questa nel complesso è questa.

Il grafico mostra molto bene il sostanziale monopolio cinese su questo mercato. Ogni cinque euro spesi in decorazioni natalizie di importazione, quattro viaggiano infatti in direzione di Pechino. L’Olanda, con oltre 10 milioni di dollari di merce venduta in Italia, si accaparra un terzo della restante fetta di mercato. Suddivisa in parti sempre più piccole fino ad arrivare ai 16 dollari di decorazioni natalizie importate dal Lussemburgo.

Come detto, l’Italia esporta anche decorazioni natalizie. Certo, in misura decisamente più piccola rispetto alle importazioni. Ma si tratta comunque di 19 milioni di dollari incassati per la vendita di addobbi made in Italy. In questo caso, il principale partner commerciale sono gli Stati Uniti, che nel 2017 hanno acquistato addobbi natalizi italiani per 3,2 milioni di dollari.

Sul podio, insieme agli Usa, Francia e Spagna, rispettivamente con 2,6 e 2 milioni di dollari di addobbi importati dall’Italia. Ultima piazza per l’Iran, che lo scorso anno ha importato decorazioni natalizie per poco più di mille dollari. Evidentemente anche nella Repubblica islamica c’è qualcuno che festeggia il Natale.

The post Cina, Olanda e Germania: dove compra l’Italia palline e addobbi di Natale appeared first on Wired.

Mia Immagine

Pulsanti abilitati solo per info: Finanziamenti, agevolazioni, annunci e post gratutiti

Mia Immagine